CON GLI AGENTI E I RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO
DA OLTRE 75 ANNI
Guida
Sei in Enasarco > Guida > Promotori finanziari e rapporto di agenzia

Promotori finanziari e rapporto di agenzia

I promotori finanziari sono agenti?

La disciplina giuridica dell’attivita` dei promotori finanziari e` iniziata nell’anno al 1985 (delibera CONSOB n. 1739/85) ed e` proseguita fino ad oggi (Testo Unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria), confermando sempre che l’attivita` di promozione finanziaria puo` essere svolta sulla base di un contratto di:

  • lavoro subordinato;
  • agenzia;
  • mandato.

Il promotore finanziario che svolge la sua attivita` sulla base di un contratto di agenzia rientra nell’ambito di applicazione della previdenza Enasarco, espressamente destinata agli agenti e rappresentanti di cui agli articoli 1742, 1752 del Codice Civile.

La legge vigente

“E` promotore finanziario la persona fisica che, in qualita` di dipendente, agente o mandatario, esercita professionalmente l’offerta fuori sede”. (art. 31, comma 2, D.L.vo 24/2/1998)

Il chiarimento del Ministero del Lavoro

Anche il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, come all’epoca denominato, si e` pronunciato sull’obbligo d’iscrizioneall’Enasarcodeipromotorifinanziari,nell’eserciziodellasua funzionediindirizzoperlarazionalizzazione delle attivita` ispettive degli enti previdenziali prevista dal D.L.vo 23 aprile 2004, n. 124.
La conclusione del Ministero del Lavoro e` stata nel senso della completa applicazione della previdenza Enasarco ai promotori finanziari-agenti.

Il parere del Ministero del Lavoro

Dir. Gen. per l’Attivita` Ispettiva - Risposta ad interpello prot. n. 2524/2005
“... l’esistenza di un contratto di agenzia ai sensi dell’art. 1742 c.c. (...) determina l’appartenenza dei promotori finanziari alla piu` ampia categoria degli agenti e rappresentanti di commercio indipendentemente dal fatto che l’attivita` di promozione si riferisca ad un prodotto finanziario piuttosto che ad un bene materiale o di altro tipo”. “Per le ragioni sopra evidenziate, si ritiene, quindi che tutti i soggetti operanti con contratto di agenzia – e quindi anche gli agenti promotori finanziari – siano tenuti all’iscrizione all’ENASARCO e al versamento dei contributi previdenziali integrativi obbligatori, ai sensi della Legge n. 12/1973”.