CON GLI AGENTI E I RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO
DA OLTRE 80 ANNI
Guida
Sei in Enasarco > Guida > Contributo per case di riposo

Contributo per case di riposo

Che cos’è?

È una prestazione integrativa erogata dalla Fondazione per supportare economicamente i pensionati Enasarco ospitati in case di riposo.  


A chi spetta 

Ai pensionati Enasarco ospitati in case di riposo nel periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 

Requisiti 

Per accedere al concorso è necessario possedere i seguenti requisiti: 

  • essere titolari della pensione Enasarco (vecchiaia; invalidità; inabilità), 
  • non svolgere alcuna attività lavorativa retribuita, 
  • essere titolare di un reddito annuo loro anno 2018 non superiore a 30.000 euro, 
  • essere ospitati stabilmente, nel 2020, in case di riposo per anziani in Italia. 


Quanto spetta 

Fino a un massimo di 5.200 euro 

Il contributo non potrà superare la spesa totale sostenuta e documentata. 

Se il soggiorno iniziasse dopo il 1° gennaio o se si interrompesse in corso d’anno, l’importo verrà proporzionalmente ridotto. 

In caso di decesso del pensionato nel corso del semestre, gli eredi legittimi potranno richiedere - entro tre mesi - l’accredito di eventuali importi residui.  


Domanda 

Le domande possono essere inoltrate tramite una delle seguenti modalità 

  • on line tramite l'area riservata inEnasarco  
  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo prestazioniassistenziali@pec.enasarco.it  
  • raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni/PIF - Via A. Usodimare 31, 00154 Roma. 


Documentazione 

Gli iscritti dovranno allegare la seguente documentazione: 

  • dichiarazione della casa di riposo dalla quale risultino l’effettivo godimento del periodo di ospitalità l’importo della retta annua; 
  • copia del documento di identità valido del richiedente 
  • copia della dichiarazione dei redditi presentata nel 2019 (redditi 2018). N.B.: In assenza di redditi, o in presenza di redditi per i quali non c’è obbligo di presentazione della dichiarazione, dovrà essere fornita un’autocertificazione attestante l’assenza di redditi o l’esonero della presentazione della dichiarazione dei redditi (Unico, 730). In quest’ultimo caso dovranno essere indicati gli eventuali redditi del 2018. 

Il pensionato deve inoltre indicare se il pagamento è a suo carico o se riceve un rimborso, e in che misura, da parte di atri enti previdenziali o assistenziali.   

N.B.: Dopo la domanda iniziale, la copia della dichiarazione della Casa di riposo deve essere presentata ogni 4 mesi, alle scadenze previste e indicate di seguito. La mancata presentazione della dichiarazione comporta l’esclusione della graduatoria per l’assegnazione del contributo nel quadrimestre di riferimento. 

 

Scadenza 

Le domande dovranno essere presentate entro le seguenti scadenze: 

  • Entro il 31 agosto 2020 (per il bando del 1° e del 2° quadrimestre) 
  • Entro il 31 dicembre 2020 (per il bando del 3° quadrimestre). 

  

Graduatoria e assegnazione 

Sulla base delle domande pervenute sarà stilata una graduatoria. La Fondazione comunicherà quando l’iscritto potrà visualizzare nella propria area riservata inEnasarco se il contributo è stato riconosciuto. Gli iscritti che inviassero domande incomplete, concorreranno alla graduatoria del quadrimestre nel quale è pervenuta la documentazione integrativa. 

Per ulteriori dettagli riguardanti le assegnazioni del contributo si consiglia di consultare il testo integrale del Programma delle prestazioni integrative 2020. 

 

 

 

Case di riposo 2020