CON GLI AGENTI E I RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO
DA OLTRE 75 ANNI
Guida
Sei in Enasarco > Guida > Che cos'è il contributo facoltativo?

Che cos'è il contributo facoltativo?

Il contributo facoltativo, introdotto dal Regolamento della Fondazione, entrato in vigore quest’anno (art.7), è un versamento volontario, ad esclusivo carico dell’agente, e aggiuntivo rispetto a quello obbligatorio già effettuato. Offre all’agente, che abbia almeno un mandato attivo nell’anno in corso, la concreta possibilità di incrementare il proprio montante contributivo e conseguentemente la misura  delle future prestazioni pensionistiche, a cui potrà accedere nel momento in cui sarà in possesso dei requisiti previsti.

In particolare:

  • incrementa il montante contributivo, relativo alla sola quota C, al fine di aumentare la pensione;
  • l’importo è determinato liberamente  e può variare, nel corso del tempo, a seconda delle disponibilità economiche e delle decisioni dell’agente,  con l’unico vincolo che non sia minore della metà del minimale annuo previsto per il pluri-mandatario;
  • è possibile interromperlo per poi riprenderlo successivamente;
  • è vincolato al montante contributivo del solo anno in cui viene effettuato il pagamento e non ha effetti retroattivi sui contributi obbligatori delle annualità ormai trascorse;
  • non incrementa l’anzianità contributiva, ma solo la misura della futura pensione.

 

Per accedere a questa opportunità,  basta entrare nella propria area riservata, cliccare sulla voce “pensione”, “contributo facoltativo”. Si dovrà quindi indicare l’ammontare che l’agente  ha liberamente  deciso e si potrà stampare direttamente il bollettino MAV per procedere al pagamento della somma dovuta.