CON GLI AGENTI E I RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO
DA OLTRE 75 ANNI
Guida
Sei in Enasarco > Guida > Soggiorni termali

Soggiorni termali

 

La Fondazione Enasarco offre ai propri agenti e pensionati l'opportunità di soggiorni termali per cure e terapie, usufruendo di notevoli facilitazioni e apposite convenzioni, nelle più belle località italiane.

Le domande devono essere presentate entro il 15 aprile 2016.

La durata di ogni turno è di 14 giorni e gli iscritti dovranno impegnarsi ad accettare spostamenti di turno e/o di albergo.

Requisiti 

Ai soggiorni termali potranno essere ammessi:

  • gli agenti in attività con un conto previdenziale, incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, che al 31 dicembre 2015, presenti un saldo attivo non inferiore ad euro 3.063,00 ed una anzianità contributiva complessiva di almeno cinque anni, di cui 2013, 2014, 2015 consecutivi (12 trimestri);

  • i pensionati che percepiscono una pensione di vecchiaia, di inabilità permanente o invalidità permanente parziale.

Non potranno usufruire delle agevolazioni:

  • gli agenti che ne abbiano già goduto consecutivamente negli ultimi tre anni;

  • i pensionati che ne abbiano già goduto consecutivamente negli ultimi due anni.

In deroga a quanto previsto sopra, agenti in attività e pensionati potranno essere ammessi con versamento a loro carico del 100% della retta alberghiera e successivamente essere ammessi ai soggiorni termali per analogo numero di prestazioni, alle condizioni precedenti.

Alberghi convenzionati e calendario dei turni

L’elenco degli alberghi convenzionati e il calendario dei turni saranno pubblicati in questa pagina. 

Domanda e scadenza

I moduli necessari per presentare la domanda saranno disponibili, da febbraio, nel box in questa pagina e presso gli uffici della Fondazione Enasarco.

Si può scegliere di inviare la documentazione:

  • con posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: prestazioni@pec.enasarco.it  oppure
  • con raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco - Servizio Prestazioni/PIF - Via A. Usodimare, 31, 00154 Roma

Le domande, complete di tutta la documentazione, dovranno essere inoltrate entro il 15 aprile 2016. Si ricorda che fa fede la data del timbro postale di spedizione.

Quote di compartecipazione per turni di bassa stagione

Gli iscritti in possesso dei requisiti potranno partecipare nelle seguenti modalità:

  • reddito nucleo familiare annuo lordo ai fini IRPEF percepito nell’anno 2015 non superiore a 19.534 euro, con versamento a loro carico di una quota di compartecipazione, pari al 30% della spesa convenzionata che la Fondazione dovrà sostenere per la retta alberghiera nei periodi di bassa stagione;

  • reddito nucleo familiare annuo lordo ai fini IRPEF percepito nell’anno 2015 da 19.534,0126.046 euro, con versamento a loro carico di una quota di compartecipazione, pari al 50% della spesa, convenzionata che la Fondazione dovrà sostenere per la retta alberghiera nei periodi di bassa stagione;

  • reddito nucleo familiare annuo lordo ai fini IRPEF percepito nell’anno 2015 da 26.046,01 a 32.557 euro con versamento a loro carico di una quota di compartecipazione, pari al 70% della spesa convenzionata che la Fondazione dovrà sostenere per la retta alberghiera nei periodi di bassa stagione;

  • reddito nucleo familiare annuo lordo ai fini IRPEF percepito nell’anno 2015 superiore a 32.557,01 euro con versamento a loro carico del 100% della spesa convenzionata che la Fondazione dovrà sostenere per la retta alberghiera nei periodi di bassa stagione.

Quote di compartecipazione per turni di alta stagione e alberghi lusso/extra-lusso

Agenti e pensionati in possesso dei requisiti dovranno anticipare il 100% della spesa che la Fondazione dovrà sostenere per la retta alberghiera. 

Camera singola

Per l’uso della camera singola gli interessati dovranno corrispondere direttamente alla struttura alberghiera una maggiorazione della tariffa del 5% della quota intera.

Accompagnatori

Per tutte le tipologie di soggiorno la convenzione è estesa anche all'eventuale accompagnatrice/accompagnatore, che sarà ospitato nella medesima stanza, per il quale dovrà essere corrisposto, direttamente alla struttura alberghiera, un importo pari al 100% della retta alberghiera convenzionata con la Fondazione maggiorata del 10%.

Cosa fare per partecipare

Compilare la domanda di ammissione e spedirla entro il 15 aprile 2016, allegando la seguente documentazione:

  1. ricevuta di versamento della quota di compartecipazione, da effettuare sul c/c postale n. 77033009 intestato a: Fondazione Enasarco, Servizio Prestazioni/PIF, via A. Usodimare 31, 00154 Roma;
  2. certificato redatto dal medico curante contenente la diagnosi dell'affezione per la quale viene richiesta la prestazione termale, la località termale consigliata, il tipo di cura prescritto, specificando se il richiedente è autosufficiente;
  3. copia del documento di identità valido del richiedente.

Informazioni utili

Le domande dovranno essere corredate da tutta la documentazione richiesta, pena l'esclusione. La Fondazione terrà conto delle indicazioni relative al turno e all'albergo manifestate dagli iscritti, nei limiti della disponibilità dei posti, accettando eventuali spostamenti di turno e/o albergo.

Gli ammessi al soggiorno dovranno dare immediata conferma della loro partecipazione alla direzione dell'albergo, non appena avranno ricevuto la lettera di ammissione da parte della Fondazione. 

Richieste di spostamenti di turno, diverso da quello assegnato, dovranno essere presentate esclusivamente alla Fondazione che potrà accoglierle nei limiti della disponibilità dei posti per i seguenti motivi, debitamente documentati:

  • ricovero ospedaliero o malattia
  • gravi eventi familiari

Ogni comportamento contrario comporterà il mancato riconoscimento della prestazione.

Per ulteriori e più dettagliate informazioni si consiglia di consultare il testo completo del Programma per le prestazioni integrative 2016.

Soggiorni in località termali