CON GLI AGENTI E I RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO
DA OLTRE 80 ANNI
Guida
Sei in Enasarco > Guida > Sospensione rate in scadenza nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020

Sospensione rate in scadenza nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020

In questo momento storico di particolare crisi per l’intera società, al fine di non aggravare le difficoltà di coloro che stanno provvedendo al pagamento rateale di debiti pregressi nei confronti della Fondazione Enasarco, il Consiglio di Amministrazione ha approvato la possibilità per questi soggetti di posticipare il pagamento delle rate non ancora corrisposte relative ai mesi di marzo, aprile e maggio 2020, salvo eventuale proroga, e di corrisponderle in coda ai rispettivi piani di rientro rateale.

Che cos'è

Si tratta, specificatamente, delle rateazioni di debiti pregressi per contributi previdenziali e FIRR, di canoni di locazione e di indebiti pensionistici non recuperati con trattenuta sulla pensione, comprensivi dei relativi oneri accessori. 

Il pagamento delle rate avverrà in coda ai piani di ammortamento, senza applicazione di ulteriori sanzioni e interessi; la scadenza dei piani di ammortamento in essere dovrà, quindi, ritenersi posticipata di un numero di mesi pari al numero delle rate sospese. 

Non è previsto il rimborso delle rate eventualmente già corrisposte.

La sospensione si applica a tutte le rate in scadenza nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, a prescindere dalla data di autorizzazione della rateazione, e sempreché non sia intervenuta decadenza dalla stessa. 

 

Rateazioni

Rateazioni di debiti contributivi pregressi

Per le rateazioni di debiti contributivi pregressi, le imprese preponenti che intendono beneficiare della sospensione possono:

  • se autorizzate al pagamento delle rate tramite MAV, scaricare dalla propria area riservata i MAV disponibili (compresi quelli relativi alle rate di marzo, aprile e maggio 2020 oggetto di sospensione), provvedendo al pagamento dei soli MAV con scadenza dal 20/06/2020 in poi. I MAV relativi alle rate in scadenza il 20/03/2020, il 20/04/2020 e il 20/05/2020 potranno essere pagati al termine della rateazione;
  • se autorizzate al pagamento delle rate tramite bonifico bancario o bollettino postale, provvedere al pagamento delle rate sospese, secondo la medesima modalità, in coda alla scadenza del piano di ammortamento, indicando nella causale di versamento il numero della rata per la quale effettuano il versamento.

Rateazioni di canoni di locazione pregressi

Per le rateizzazioni concesse per recupero di morosità immobiliari, i conduttori:

  • Riceveranno comunque il MAV comprensivo della rata del piano di rientro e del canone corrente;
  • Potranno procedere al pagamento del solo canone di locazione corrente per i mesi di marzo, aprile e maggio effettuando un bonifico bancario sul conto IBAN IT 69 S 01005 03395 000000000606 intestato a Fondazione Enasarco oppure pagando la somma presso Poste italiane sul conto corrente postale 967000;
  • Pagheranno le rate dei mesi di  marzo aprile e maggio in coda al piano di rientro mediante bonifico bancario sul conto IT 69 S 01005 03395 000000000606.

Qualora il MAV dei mesi marzo, aprile  e maggio non dovesse comprendere la rata del piano di rientro, lo stesso, riferendosi alle sole voci di canone e oneri condominiali, dovrà essere pagato con le consuete modalità alle scadenze previste.

Rateazioni di indebiti pensionistici non recuperati con trattenuta sulla pensione

Se è stata accolta la domanda di rateazione dell’indebito pensionistico, i pensionati possono provvedere al pagamento delle rate sospese secondo la medesima modalità, in coda alla scadenza del piano di ammortamento, indicando nella causale di versamento sia il codice Enasarco che il numero della rata per la quale effettuano il versamento.