CON GLI AGENTI E I RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO
DA OLTRE 75 ANNI
Notizie
Sei in Enasarco > Notizie > Presentato il Bilancio sociale 2016: trasparenza e partecipazione
bilancio.sociale2016

Presentato il Bilancio sociale 2016: trasparenza e partecipazione

È stato presentato oggi a Roma, presso il Radisson Blu hotel, il Bilancio Sociale 2016 della Fondazione Enasarco. Durante l’evento sono intervenuti Massimo Cassano, Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali con delega alle Casse, il Presidente Gianroberto Costa, il Direttore generale Carlo Bravi e Carolina Farina, dirigente del servizio Bilancio della Fondazione. “Si tratta di un evento importante perché segna un cambiamento radicale dell’Ente, che sta andando verso un’apertura e una partecipazione che porterà valore reale nell’economia del nostro Paese. I risultati economici e strutturali sono già misurabili nei primi mesi dell’anno. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è al fianco della Fondazione per continuare questo rinnovamento”, ha dichiarato il Sottosegretario Cassano.

“La Fondazione Enasarco sta attraversando la più rilevante e decisiva fase di modernizzazione e riorganizzazione dalla sua nascita. La nuova governance, frutto di quel cambio epocale avvenuto un anno fa – ha spiegato il Presidente Costa -  ha prodotto la nascita di una nuova Enasarco. Una Fondazione 4.0 rifondata su basi più solide; più trasparente, più efficiente e sicuramente più connessa con la volontà dei nostri iscritti. Da qui l’attivazione, in questi primi 12 mesi, di una serie di processi e di percorsi per raggiungere gli obiettivi indicati. Con uno spirito pionieristico stiamo investendo in economia reale, in particolare vogliamo scommettere sulle imprese piccole e medie che hanno chance di diventare protagoniste del mercato e che garantiscono congrui ritorni sull’investimento ai nostri iscritti, ai quali dobbiamo garantire la copertura pensionistica per 50 anni. Il nostro cambiamento – ha concluso il Presidente - è necessario e dovrà essere una componente rilevante in un Paese che deve sperimentare e affrontare nuovi percorsi”. 


Bilancio sociale 2016