CON GLI AGENTI E I RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO
DA OLTRE 75 ANNI
Notizie
Sei in Enasarco > Notizie > Tempi più brevi e nuove procedure per le pensioni di inabilità e invalidità

Tempi più brevi e nuove procedure per le pensioni di inabilità e invalidità

Prosegue l’impegno della Fondazione per migliorare sempre più la qualità dei servizi agli iscritti, attraverso la semplificazione delle procedure interne e la velocizzazione delle attività amministrative. Sono stati ridotti i tempi per l’accertamento del diritto alle pensioni di inabilità e di invalidità del 30% circa rispetto al 2010 e del 12% circa rispetto al 2011. Ciò è stato possibile anche grazie all’introduzione, dallo scorso Settembre, di una nuovo iter per le visite medico-legali, in seguito a convenzione con una società esterna specializzata.

Enasarco invierà una lettera dettagliata agli agenti che hanno fatto domanda di pensione inabilità/invalidità per informarli dell’avvio del procedimento di accertamento medico-legale.

Si ricorda a tutti gli iscritti che è assolutamente necessario recarsi alla visita medica, la cui data sarà fissata entro i 30 giorni successivi alla ricezione della convocazione, in quanto l’accertamento sanitario è indispensabile per il riconoscimento del diritto alla pensione di invalidità/inabilità. Pertanto, la mancata partecipazione alla visita medica potrà causare il rigetto della domanda di pensione, così come la mancata produzione della documentazione sanitaria potrà comportare una valutazione medico-legale sulla base dei soli atti disponibili.

Agli  iscritti in stato di ricovero o affetti da patologie che non consentono di recarsi presso lo studio medico, la Fondazione offre anche  la possibilità di poter effettuare la visita presso l’ospedale o il luogo di degenza, anche domiciliare. In questo caso si potrà contattare la società incaricata, Medexpert S.r.l., al numero 050.8756823, per fissare l’appuntamento.

Per eventuali ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Contact center della Fondazione (tel. 199.30.30.33), ad una Organizzazione sindacale di categoria o ad un ente di patronato.