CON GLI AGENTI E I RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO
DA OLTRE 75 ANNI
Notizie
Sei in Enasarco > Notizie > L'autoriforma continua, approvato il Regolamento finanza
Regolamento finanza 2015

L'autoriforma continua, approvato il Regolamento finanza

I Ministeri del Lavoro e dell’Economia hanno approvato in via definitiva il Regolamento per la gestione e l’impiego delle risorse finanziarie della Fondazione Enasarco, in gergo Regolamento Finanza.

Il Presidente Brunetto Boco ha dichiarato: «Siamo soddisfatti di questo traguardo. È un altro, rilevante, tassello di quell’opera di autoriforma di Enasarco che stiamo portando avanti con metodo e risultati verso una sempre maggiore efficienza e trasparenza nella governance della Cassa». 

La Fondazione Enasarco è, così, una delle poche Casse di previdenza privatizzate a dotarsi di un regolamento per la gestione delle risorse finanziarie, che va ad inserirsi nell’ambito di un più ampio sistema di regole e procedure che la Fondazione si è autoimposta con l’obiettivo di incrementare il grado di trasparenza e di efficacia dei controlli interni, soprattutto con riguardo agli investimenti.

La definitiva approvazione del Regolamento arriva al termine di un lavoro importantissimo e complesso svolto seguendo le indicazioni dei Ministeri del Lavoro e dell’Economia.

Il Regolamento, in particolare, contiene regole precise in merito a procedure,controlli e limiti delle attività per l’impiego e la gestione delle risorse finanziarie della Fondazione Enasarco. Per quanto riguarda le procedure e icontrolli, è stabilito un percorso in quattro tappe: verifica delle opportunità di investimento (attraverso il Servizio Finanza, con il ricorso a consulenti solo nel caso di operazione complesse e solo come strumento di sostegno e non sostitutivo delle responsabilità degli uffici); verifica di compatibilità dei rischi finanziari (attraverso la Funzione Controllo del Rischio); approfondimento della proposta definitiva d’investimento (a cura di un ristretto Comitato Investimenti); decisione finale del CdA. Inoltre, per gli investimenti sonoprevisti anche significativi ‘limiti di concentrazione’, in modo da ridurre l’esposizione verso singoli gestori o per specifici prodotti d’investimento, che troveranno applicazione per tutte le nuove operazioni, mentre per quelle passate che eccedessero uno o più limiti di concentrazione è prevista una progressiva riduzione affinché siano ricondotti all’interno di tali limiti entro pochi anni dallo scadere dei vincoli di lock up.

«Non possiamo che essere soddisfatti del traguardo raggiunto – commenta il Presidente Brunetto Boco – Si tratta di un altro, rilevante, tassello di quell’opera di autoriforma di Enasarco che stiamo portando avanti con metodo e risultati nella direzione di un’accresciuta e via via più significativa efficienza e trasparenza nella governance della Cassa e dei suoi investimenti». 

«Il Regolamento Finanza – aggiunge Boco – costituisce la bussola più efficace per la migliore e più appropriata allocazione delle risorse della Fondazione, a tutela e garanzia dei contributi degli iscritti e delle pensioni di coloro che sono in quiescenza».