CON GLI AGENTI E I RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO
DA OLTRE 75 ANNI
Notizie
Sei in Enasarco > Notizie > Lavoro: Isfol, 12,4% addetti e' atipico, tra giovani percentuale raddoppia

Lavoro: Isfol, 12,4% addetti e' atipico, tra giovani percentuale raddoppia

Roma, 10 gen. (Adnkronos/Labitalia) - Il 65,5% degli occupati italiani ha un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato e il 18,2% un'attivita' autonoma continuativa. La quota di apprendisti e' pari all'1,4%. Il 12,4% dei lavoratori ha un contratto non standard. E' quanto emerge dai dati dell'indagine Isfol 'Plus', una rilevazione sull'offerta di lavoro che coinvolge annualmente circa 40 mila individui tra i 18 e i 64 anni e che fa parte del Sistema statistico nazionale. L'incidenza di occupazioni atipiche e' decisamente sbilanciata per eta', coinvolgendo maggiormente i giovani: solo il 54% dei 18-29enni e' a tempo indeterminato, poco meno del 10% sono autonomi, circa l'8% ha un contratto di apprendistato e quasi il 25% rientra nell'atipico. Le donne, i laureati e i residenti nelle regioni meridionali sono piu' coinvolti nel lavoro non standard.Relativamente all'orizzonte temporale dei contratti atipici, la meta' dei dipendenti a termine ha una continuita' che va dai 7 ai 12 mesi e solo un quarto supera l'anno. La durata delle altre tipologie atipiche e' ancora minore.