FAQ

Quali agenti possono accedere ai servizi online?
Tutti gli agenti che operano in forma individuale, in forma di società di persone (sas, snc) oppure in forma di società di capitali (spa, srl). Per poter utilizzare i servizi online è necessario registrarsi sul sito della Fondazione.

I servizi online sono a pagamento?
I servizi online messi a disposizione dalla Fondazione sono completamente gratuiti. Per potervi accedere, bisogna registrarsi al sito della Fondazione.

Come posso attivare l’addebito automatico per pagare i contributi?

L’impresa preponente che vuole attivare un nuovo mandato Sepa deve comunicare le coordinate di addebito (Iban) tramite gli appositi servizi dell’area riservata inEnasarco, scaricare in seguito il modello precompilato e portarlo alla sua banca. Enasarco riceverà una notifica di Attivazione nuovo mandato e, se i dati coincidono, il sistema informatico acquisisce l’avvenuta attivazione.

Dove posso trovare la mia Certificazione Unica?

Enasarco, al pari di tutti gli altri enti previdenziali, non invia più le copie cartacee agli iscritti. A partire dalla fine del mese di marzo, la Certificazione Unica è disponibile nell’area riservata inEnasarco, nella sezione “Richieste”, alla voce “Archivio documenti”. Inoltre, si può richiedere un duplicato:

  • telefonando al Contact Center Enasarco
  • recandosi presso un istituto di Patronato abilitato
  • recandosi presso una sede Enasarco.

La Fondazione Enasarco concede la cessione del quinto ai pensionati?
I pensionati Enasarco possono chiedere alla Fondazione il certificato che attesta la quota massima cedibile della loro pensione, da presentare all’intermediario finanziario di riferimento per ottenere il prestito. Per inoltrare la richiesta dell’attestazione si può scegliere l’invio con:

  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: gestioneprestazioni@pec.enasarco.it oppure
  • raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco – Servizio Prestazioni – Via A. Usodimare, 31 – 00154 Roma.

Che cos’è il contributo assistenziale?

Per gli agenti operanti in forma di società di capitali (spa, srl) le imprese preponenti versano un contributo assistenziale, destinato alle prestazioni integrative e assistenziali in favore degli agenti.

Che cos’è il contributo Firr?

Il Fondo indennità di risoluzione del rapporto (Firr) è costituito dalle somme che vengono accantonate presso Enasarco dalle imprese preponenti in favore dei propri agenti. Alla cessazione del rapporto di agenzia, la Fondazione liquida all’agente le relative somme accantonate. Nel caso in cui il rapporto con un agente cessi nell’anno solare ancora in corso, il Firr relativo a quell’anno dovrà essere liquidato dal preponente direttamente all’agente.

Quando scade il pagamento del Firr?
Il versamento viene effettuato con scadenza 31 marzo dell’anno successivo. Esempio: il Firr 2020 verrà versato con scadenza 31/03/2021.

Che cos’è il supplemento di pensione?

Se un agente matura provvigioni dopo la data di pensionamento, può richiedere un supplemento alla pensione che già percepisce. L’agente dovrà aver compiuto 72 anni (esclusi i pensionati di inabilità ed i superstiti) ed essere pensionato da almeno 5 anni.

Come si compila la distinta online?
Ogni 3 mesi, all’incirca 30 giorni prima della scadenza contributiva, nell’area riservata del sito della Fondazione, viene resa disponibile all’impresa preponente una distinta online che consente, nel trimestre di riferimento, per tutti i rapporti di agenzia aperti e chiusi in corso d’anno, di inserire le provvigioni e calcolare in automatico il contributo da versare. Nella distinta, una volta verificata la correttezza e completezza dei dati, il preponente potrà procedere alla conferma della distinta e, quindi, al pagamento tramite MAV oppure addebito automatico.

Come si versa il contributo previdenziale?
Il contributo previdenziale deve essere versato dal preponente in corrispondenza di ciascuna scadenza contributiva attraverso le distinte online automaticamente disponibili nell’area riservata inEnasarco. Il pagamento potrà essere effettuato tramite bollettino bancario MAV oppure addebito automatico su c/c bancario (mandato Sepa).

Come si versa il contributo assistenziale?
Il contributo assistenziale deve essere versato dal preponente in corrispondenza di ciascuna scadenza contributiva attraverso le distinte online automaticamente disponibili nell’area riservata inEnasarco. Il pagamento potrà essere effettuato tramite bollettino bancario MAV oppure addebito automatico su c/c bancario (mandato Sepa).

Come si calcola il contributo previdenziale?
Il contribuito previdenziale è calcolato sulla base di tutte le somme dovute a qualsiasi titolo all’agente (provvigioni, rimborsi spese, premi di produzione, indennità di mancato preavviso) in dipendenza del rapporto di agenzia. Il versamento contributivo, tenendo conto del limite di un minimale ed un massimale annuo, viene effettuato integralmente dal preponente che ne è responsabile anche per la parte a carico dell’agente. Il calcolo contributivo viene effettuato automaticamente dalle distinte ordinarie presenti nei servizi online in prossimità di ogni scadenza contributiva.

Come si calcola il contributo assistenziale?
Per gli agenti operanti in forma di società di capitali, i preponenti versano un contributo calcolato su tutte le somme dovute in dipendenza del rapporto di agenzia, senza alcun limite di minimale o massimale. Nella tabella seguente sono riportate le aliquote in vigore: il contributo dovuto è pari al 4%, di cui il 3% è a carico del preponente e il restante 1% è a carico dell’agente operante in forma di società di capitali.

Come si modifica la tipologia di un mandato?
La modifica della tipologia del rapporto di agenzia può essere effettuata direttamente dal preponente, accedendo alla propria area riservata, nella funzione Gestione Mandati, selezionando la tipologia (P/M) che si intende modificare, utilizzando le funzionalità a disposizione. Se il rapporto di agenzia viene trasformato in monomandatario ed il contributo versato sino al momento della trasformazione è inferiore o pari al massimale previsto per agenti plurimandatari è consentita l’integrazione dei contributi previdenziali obbligatori sino alla concorrenza del massimale annuo previsto per gli agenti monomandatari. Se, invece, il rapporto di agenzia viene trasformato in plurimandatario e il contributo versato sino al momento della modifica contrattuale è superiore al massimale previsto per agenti plurimandatari, nulla è più dovuto a titolo di contributi previdenziali obbligatori.

Quando è disponibile il mio estratto conto?
L’estratto conto è solitamente disponibile online, nell’area riservata inEnasarco, alla fine di ottobre di ogni anno. La sua pubblicazione segue di circa 4 mesi l’approvazione del bilancio consuntivo che la Fondazione Enasarco approva entro il mese di giugno.

Che cos’è la matricola di un agente?
Quando un agente viene iscritto da un preponente per la prima volta alla Fondazione, gli viene attribuito un numero di matricola, che è il suo identificativo presso Enasarco.

Che cos’è il numero di posizione di un’impresa preponente?
Quando un’impresa preponente si iscrive per la prima volta alla Fondazione, le viene attribuito un numero di posizione, che è il suo identificativo presso Enasarco.

Quali sono i requisiti per la pensione di vecchiaia ordinaria?
Gli iscritti devono raggiungere la “quota” minima prevista dal Regolamento in vigore per l’anno di riferimento. La “quota” è data dalla somma tra età anagrafica e copertura contributiva dell’iscritto.

Come si invia la domanda per la pensione di vecchiaia ordinaria?
Dal 1° marzo 2019 la domanda di pensione di vecchiaia ordinaria e anticipata possono essere richieste esclusivamente on line.